Interessante

Cavolfiori sott’olio


Dopo aver spiegato come coltivare il cavolfiore è praticamente d’obbligo dare qualche idea per cucinarli, le ricette con questo ortaggio sono molte, dalla vellutata con zafferano alla verdura in pastella. Il barattolo di conserva sottolio ha il pregio di poter esser mantenuto per mesi, portando in tavola il cavolfiore anche fuori stagione.

Come si preparano i cavolfiori sott’olio

Per prima cosa lavate accuratamente i cavolfiori e divideteli in cimette più o meno della stessa dimensione (meglio non eccessivamente piccole così che conservino meglio la consistenza dopo la cottura).

Portate a bollore l’acqua e l’aceto, salate leggermente e aggiungete i grani di pepe. Unite quindi i cavolfiori, pochi alla volta, e sbollentateli per 2 minuti. Scolateli e fateli asciugare completamente.

Dividete i cavolfiori in vasetti precedentemente sterilizzati, se gradite unite anche i grani di pepe scolati e ben asciutti. Coprite con l’olio extravergine di oliva fino a un centimetro da bordo. Chiudete i barattoli con i distanziatori e i coperchi, anche essi sterilizzati in precedenza.

Pastorizzate quindi i cavolfiori sottolio per 20 minuti dal bollore. Fate raffreddare nell’acqua quindi controllate che si sia creato il sottovuoto e che il livello dell’olio non sia sceso. Conservate in dispensa il cavolfiore sottolio così preparato.

Varianti alla ricetta

Potete personalizzare i cavolfiori sottolio aromatizzando la conserva a piacere, ricordandovi sempre di acidificare e lasciare asciugare completamente ogni ingrediente che andrete a utilizzare.

  • Salvia e alloro. Potete aggiungere alle conserve qualche foglia di salvia e alloro per un risultato più aromatizzato.
  • Pepe rosa. Potete sostituire il pepe nero con del pepe rosa, per un gusto più aromatico e delicato.


Video: Ricetta facile per la GIARDINIERA SOTTACETO. Fatta in casa e senza conservanti (Agosto 2021).