Vintage ▾

Molti mesi di Lily Bloom


Pochi fiori hanno guadagnato maggiore popolarità negli ultimi anni rispetto ai molti tipi di gigli ibridi.

Queste lampadine glamour, come i gigli asiatici provenienti dagli angoli più remoti del mondo, in forme e colori da abbagliare l'occhio. Generalmente raggiungono il loro picco di fioritura a luglio, anche se ci sono varietà che iniziano la stagione a giugno e continuano fino a settembre.

Molti giardinieri domestici credono ancora che i gigli siano difficili da coltivare, un concetto nato dal fatto che in passato molti gigli erano soggetti a mosaici e altre malattie difficili o impossibili da controllare.

Ora, questo non è più un problema, perché i nuovi ibridi sono resistenti a queste malattie. Inoltre, sono più resistenti, più vari nel colore e nella forma e più gradevoli a causa della fragranza.

Mettendo I Gigli In Giardino

Nel posizionare i gigli in giardino, è importante dare loro ambientazioni di rilievo, poiché diventa il loro carattere nobile e lo status regale.

Di solito, sono piantati singolarmente per l'accento sui bordi dei fiori, ma sono più efficaci se raggruppati in ciuffi, sia in piantagioni di fiori o arbusti, così come in altre posizioni focali sotto l'ombra leggera di alberi ad alta ramificazione dove fanno bene. Posizionati così attireranno l'attenzione e offriranno divertimento da molti punti di vista.

La maggior parte dei gigli ha bisogno del sole per diverse ore al giorno, quindi evita di coltivarli all'ombra, soprattutto se è pesante.

Ovunque siano posizionate, tuttavia, organizza piante a fioritura bassa attorno alle loro radici, poiché come le viti ibride di clematide, a loro piace l'ombra alle radici, anche se le loro belle teste devono torreggiare in alto per raggiungere sia il sole che l'aria.

È così che crescono in natura, tra le erbe dei campi e gli arbusti bassi dei boschi.

Nella coltivazione dei gigli, il bisogno più essenziale è un terreno ben drenato, altrimenti i bulbi marciranno facilmente. Anche il berretto o il giglio di palude del turco apprezza un buon drenaggio, anche se uno dei suoi nomi comuni rivela la natura del suo habitat naturale. Il terreno leggermente acido è il migliore per la maggior parte, con un'eccezione, il giglio della madonna, che ama la calce, poiché proviene dalle zone calcaree del Mediterraneo.

Un buon terreno per i gigli implica anche abbondante materia organica, muschio di torba, compost o humus commerciale. In ogni caso evitare i concimi animali, perché provocano marciumi, solo se molto ben decomposti.

Non lasciare mai che il letame venga a contatto con i bulbi. Come pacciame invernale, tuttavia, il vecchio letame è l'ideale, ma rimuovilo all'inizio della primavera. Dove il terreno è pesante, è possibile aggiungere sabbia per renderlo più leggero e migliorare il drenaggio.

Miglior periodo di semina per i gigli

Il periodo migliore per piantare è l'autunno, anche se i gigli possono essere piantati all'inizio della primavera. L'autunno è meglio, tuttavia, perché i bulbi hanno il tempo di formare radici forti e stabilizzarsi prima che la crescita inizi in primavera.

Se per qualche motivo non puoi né acquistare né piantare bulbi in autunno, conservali in un luogo fresco e asciutto per l'inverno e mettiti in marcia all'inizio della primavera non appena il terreno è lavorabile.

Un giglio che fa eccezione è il giglio della Madonna (Lilium candidum). Richiede invece la semina in agosto o settembre, perché manda su, poco dopo la semina, una rosetta di foglie che rimane verde per tutto l'inverno e inizia a crescere in primavera.

Madonna è anche in una classe a sé stante perché richiede una semina superficiale. Dovrebbe essere coperto solo con uno o due pollici di terreno fine, altrimenti non fiorirà.

È disponibile una nuova varietà resistente alle malattie e più vigorosa di questo squisito favorito, con fiori più grandi.

Profondità di semina del giglio

La profondità di impianto varia con vari tipi. Per la maggior parte, posiziona i bulbi in modo che abbiano 4-6 pollici di terreno sopra le cime. Il giglio auratum richiede otto pollici di terreno sopra i bulbi e il regale ne richiede sette. Quando si pianta, uno strato di sabbia naturalmente posto sotto ogni bulbo faciliterà il drenaggio.

Ricorda anche che i gigli possono essere esposti in tarda stagione, nei mesi di novembre e dicembre, a condizione che il terreno possa essere lavorato.

È anche meglio piantare durante un disgelo che segue un congelamento precoce, piuttosto che tenere i bulbi per la primavera successiva.

Durante il periodo di crescita, i gigli non richiedono molta cura. Tuttavia, lasciarli asciugare può essere dannoso, quindi applica un pacciame di muschio di torba o aghi di pino per evitarlo.

Man mano che crescono più alti, punta per mantenere i capolini alti e dritti, ma fai attenzione a non ferire i bulbi quando inserisci i picchetti nel terreno.

Se si manifestano malattie delle macchie fogliari, iniziare a spruzzare presto con il captan vecchio stile o un altro fungicida adatto. Il tempo di divisione è alla fine dell'estate o in autunno dopo che il fogliame è maturo.

Buoni fiori recisi

I gigli fanno ottimi fiori recisi ma il fogliame non deve essere rimosso. Serve per produrre il cibo che verrà conservato nei bulbi per i fiori della prossima stagione.

I fiori possono essere tagliati liberamente, tuttavia, senza danneggiare i bulbi.

Per farli durare più a lungo, taglia quando i boccioli inferiori del grappolo si sono aperti e rimuovi le antere da ogni fiore quando si apre per prevenire l'impollinazione, che accorcia la vita dei fiori.

I gigli sono, in generale, divisi in tre gruppi.

C'è il gruppo ricurvo, rappresentato da fiori che ricordano il berretto del turco o il giglio hanson. In questi i petali si curvano o rotolano all'indietro.

Il gruppo umbellatum è costituito da gigli con trombe che guardano verso l'alto, come la familiare pianta del giglio tigrato.

Anche i gigli del terzo gruppo hanno fiori di tromba, ma questi sono rivolti verso l'esterno, alla maniera del giglio pasquale delle fiorerie o del giglio regale dei giardini.

Quali sono alcuni dei gigli che potresti coltivare per fornire una lunga stagione di fioritura?

Innanzitutto ci sono i veri e propri, così come i vecchi preferiti, che hanno un valore sentimentale. La già citata madonna, graziosa e delicata, è consigliata per la fioritura precoce e da abbinare a maestosi delphinium, thermopsis gialli, clematidi di Jackman viola e rose rampicanti rosa o bianche.

Fiorisce presto, poco dopo la madonna, anche il giglio hanson, un tipo ricurvo, con fiori giallo-arancio, di piccole dimensioni, noti per la loro grazia. Questo giglio fa bene all'ombra screziata ed è ideale per la naturalizzazione.

La mezza estate porta una miriade di queste bellezze, ognuna in competizione tra loro, perché questo è il culmine della stagione dei gigli. L'ardito regale è una tromba bianca, con una gola sfumata di limone, che cresce da quattro a sei piedi di altezza. Tollera l'ombra leggera e può essere utilizzato tra gli arbusti o con piante perenni audaci.

Nel gruppo di metà estate sono i nuovi ibridi che entrano nel mercato ogni anno. In questo periodo fiorisce anche il berretto o il giglio di palude del turco americano, dal giallo al rosso arancio e macchiato di marrone. Può resistere a un luogo più umido rispetto alla maggior parte dei gigli ed è eccellente per la naturalizzazione con altri fiori selvatici. A fargli compagnia c'è il raffinato giglio autoctono o canadese.

La fine dell'estate porta uno dei gigli più affascinanti, l'auratum o giglio fascia d'oro, molto ammirato per i suoi fiori profumati e bianchi macchiati d'oro e screziati di cremisi.

È un vero esotico che si combina in modo attraente con delphinium e monaci e fiori allo stesso tempo. Tuttavia, è soggetto alla malattia mortale del mosaico, ma se vuoi provarlo, potresti anche prendere in considerazione alcuni dei nuovi ibridi mozzafiato, con fiori da sette a otto pollici di diametro, deliziosamente profumati.

Fiorisce a fine estate o all'inizio dell'autunno il vistoso giglio, del Giappone o giglio speciosum, con fiori ricurvi bianchi spruzzati di rosa e cremisi. C'è anche una squisita forma bianca pura. Il giglio di formosano è uno dei bianchi più eccezionali, simile al giglio di Pasqua.

di Geoffrey Price


Guarda il video: Come SEMINARE la CANNA da fiore - Canna indica (Luglio 2021).