Piante da appartamento

La cura della pianta d'appartamento con scarsa illuminazione è diversa


Prendersi cura di piante d'appartamento da interni è un "processo di apprendimento per regolare" che si può padroneggiare con la giusta quantità di tempo. Se vivi in ​​una zona o in una casa con un problema di scarsa illuminazione, questo potrebbe essere uno svantaggio significativo per le tue piante. Continua a leggere per alcuni suggerimenti e trucchi per mantenere le tue piante sane e vibranti quando le tue piante si trovano in situazioni di scarsa illuminazione.

Esegui un processo di adattamento con le tue piante:

  • Dove posizionarli?
  • In quale contenitore metterli?
  • In che modo affrontarli?

Lo chiamiamo ... farci impazzire.

Le piante che si spostano all'interno passano anche attraverso un processo di adattamento:

  • Meno luce
  • Meno acqua
  • Meno cibo
  • Meno lavaggio delle foglie

Chiamiamo questa acclimatazione.

Hai capito la parola - DI MENO.

Quando le piante si spostano all'interno forse dovremmo spingere la parola DI MENO più spesso.

In caso di livelli di luce inferiori: alcune piante sono migliori di altre nel maneggiarne meno. Di seguito è riportato un elenco di ciò che la maggior parte dei professionisti considererebbe "piante d'appartamento con scarsa illuminazione".

  • Aspidistra conosciuta come la "pianta della ghisa"
  • Aglaonema
  • Dracaena Massangeana
  • Pothos d'oro
  • Pianta del serpente Sansevieria - tipo verticale e nido di uccelli
  • Pianta Dracaena Janet Craig
  • Zamioculcas Zamiifolia (gemma di zanzibar)

Solo perché queste piante sono consigliate come piante che faranno bene a livelli di luce inferiori, non significa che le trattiamo allo stesso modo di quando sono a livelli di luce più alti.

Per esempio:

Prenditi il ​​cavallo di battaglia dell'industria da molto tempo: Aglaonema. L'Aglaonema è noto per la sua capacità di tollerare situazioni di scarsa illuminazione. Anche quando è posizionato a livelli di luce molto bassi, può comunque rimanere attraente.

L'irrigazione in condizioni di scarsa illuminazione è diversa?

Sì, in condizioni di scarsa illuminazione dovremmo lasciare asciugare un po 'di più la pianta tra un'annaffiatura e l'altra.

Troppe volte l'attenzione si concentra sulla quantità di acqua e non sulla frequenza dell'acqua.

Osserviamo anche molto spesso la quantità di luce e non la durata della luce. Questo è qualcosa da ricordare durante i mesi invernali. Le tue piante riceveranno la stessa quantità di luce in inverno?

Inoltre, è necessario tenere conto delle temperature quando si guardano le piante in condizioni di scarsa illuminazione. Con temperature più basse le piante potrebbero non seccarsi rapidamente.

Ecco un paio di regole per le piante in condizioni di scarsa illuminazione:

Con livelli di luce inferiori, durata o intensità della luce inferiori, temperature inferiori: utilizzare meno di meno.

Quando innaffi, lascia che le piante si secchino ancora un po '. Se normalmente lasci asciugare il terreno per 1/3 dall'alto prima di annaffiare, prova a lasciarlo asciugare per metà.

Assicurati che le piante si drenino completamente e non sedersi in un sottovaso pieno d'acqua.

Quando si innaffiano piante con apparati radicali sottosviluppati o giovani, provare ad annaffiare più vicino agli steli.

Avrai anche bisogno di meno acqua poiché questi sistemi di radici non sono ancora abbastanza maturi per gestire la stessa quantità di acqua di sistemi di radici più maturi e più vecchi.


Guarda il video: Piante dappartamento: consigli utili sulla dieffenbachia (Ottobre 2021).